Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, questo sito usa cookie anche di terze parti. 
Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ominodanzante.com oppure di chiudere questo banner o di cliccare al di fuori di esso, esprime il consenso all'uso dei cookie.
Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy.

omino danzante

centro di danza e movimento a Milano dal 1982

La relazione tra mamma e figlio è qualcosa che trascende il semplice legame affettivo, poiché essi sono stati una cosa sola e certe sensazioni non possono svanire col tempo. Nemmeno il distacco fisico può cancellare una connessione simile, la quale si rinnova ad ogni abbraccio e ad ogni carezza ed è istintiva, primordiale, inconscia, proprio come la musica. Perché dunque non approfondirla mediante il movimento fisico e la trascinante potenza della musica?

Per seguire il corso di Danza in Fascia non serve essere ballerine o danzatrici, basta la volontà di muoversi, migliorare l'equilibrio e lasciarsi guidare dalle note.

Il neonato, dopo aver danzato con la mamma nel pancione, potrà farlo ancora, sul suo cuore: viene cullato e saziato del bisogno di contatto. La mamma, cullata a sua volta dalla musica, balla e sussurra dolci parole mentre il bimbo si rilassa: tutto diventa più semplice e bello.
I due corpi di mamma e bebè stanno vicini, avvolti dal morbido abbraccio della fascia, e la musica accompagna i loro simbiotici movimenti!
Il fatto di sentire il proprio bimbo rilassato, permette alla mamma di rilassarsi, di lasciarsi andare ai movimenti a ritmo di musica proposti dall’insegnante di danza, di ritrovare possesso del proprio corpo dopo la gravidanza, di muoversi e quindi tornare in forma dopo i nove mesi.

Incontrarsi con altre mamme, superare la ritrosia iniziale di esporsi e il timore di non saper danzare, muovendosi con la musica di fronte a persone sconosciute condividere le gioie e le difficoltà della vita da mamma…trovare amiche con cui vedersi anche fuori dalla palestra, avere la possibilità di uscire per frequentare un ambiente protetto, dove le tue fragilità sono anche quelle delle altre mamme, è una bella possibilità per riprendere i ritmi dopo l’arrivo del cucciolo e superare i sintomi, più o meno profondi, della depressione post-partum o dei cambiamenti ormonali che comunque influenzano il carattere dopo il parto. È un percorso per acquisire consapevolezza del proprio Sé, ritrovare l’individualità del proprio corpo, cercare un nuovo equilibrio e l’armonia del movimento attraverso il contatto, il respiro, il ritmo della musica e del battito cardiaco.

La danza, il movimento ed il babywearing sono un connubio perfetto per rafforzare la diade madre-figlio, condividere un’esperienza di accudimento reciproco, per aiutare il bimbo a percepire il proprio corpo e quello della mamma.

È una pratica di accudimento a contatto che consente di indossare i propri piccoli tramite l'ausilio di supporti ergonomici: la fascia, il marsupio, il mei tai permettono alle mamme di conciliare le necessità del bambino e la propria voglia di tenere addosso il piccolo.

Teniamo molto a porre l’accento sull’importanza dell’ascolto della musica nei bambini, soprattutto abbinata al movimento, dato che porta ad acuire la già naturale propensione del bambino al ritmo e gli da un’educazione alla musicalità.

Ogni lezione inizia con una fase di rilassamento, si passa poi al riscaldamento e consapevolezza, e infine si entra nel vivo della coreografia e della danza.

 

 insegnante:Elisa Micheli

Il metodo Pilates é un sistema di allenamento a corpo libero sviluppato per rafforzare i muscoli, migliorare la postura e la propria forma fisica attraverso esercizi che stimolano prevalentemente le regioni addominale, dorsale e lombare.

Inoltre la tipologia di esercizi svolti, con movimenti lenti e controllo della respirazione, richiede grande concentrazione e grazie a questo aumenta la padronanza e la consapevolezza del proprio corpo.

Il Pilates migliora la flessibilità dei muscoli, l'elasticità e la resistenza della colonna vertebrale e degli arti, tonifica, stimola la circolazione ed infine porta un generale benessere psicofisico.

L'allenamento è adatto a tutti, utile a chi vuole mantenere la sua forma fisica, ma anche a chi ha vizi posturali da correggere, a donne in gravidanza e dopo il parto e per chi necessita di esercizio fisico post riabilitativo.

insegnante: Elena Garatti

 

Dalla collaborazione fra Laura Moro, formatasi in Antiginnastica metodo Bertherat, e Simona Nannei, ballerina, coreografa e insegnante di Danza Contemporanea, è nato questo progetto che vi proponiamo in anteprima con tre incontri nell’ambito degli stages di giugno.

Gli elementi del lavoro di equilibrio posturale:
-allineamento sull’asse corporeo
-abbandono delle contratture e allungamento della muscolatura posteriore
-scioltezza del diaframma per un respiro calmo ed efficace

si integrano con le proposte della danza contemporanea:
-percezione del contatto a terra
-gioco dello spostamento del peso
-sviluppo del movimento nello spazio
tutto è accompagnato e stimolato dall’ascolto della musica

NO a forzature e sovraccarichi, SI a gesti fluidi ed armonici che ci ricaricano di energia.

insegnante: Simona Nannei

Per chi ha bisogno di scaricare la tensione, tonificare la muscolatura e perdere peso proponiamo un'attività aerobica completata da esercizi di equilibrio e coordinazione, sempre vari e stimolanti, eseguiti sia a terra che nello spazio. Il rispetto dei limiti fisiologici di ciascuno e l'attenzione alla postura corretta sono alla base di ogni esercizio che varrà proposto. La lezione si compone di 2 fasi: una prima parte in piedi con un riscaldamento generale di tutto il corpo concludendo con movimenti aerobici ed armoniosi; la seonda parte prevede esercizi di rilassamento, addominali e stretching. All’occorenza verranno impiegati attrezzi specifici come bastoni, palline morbide e palle più grandi. Il movimento dinamico è sostenuto dal ritmo della musica, che accompagna tutta la lezione invitando a variare la velocità di esecuzione.

Insegnante Giulia Zucconi

Allungamento muscolare e mobilità articolare si ottengono con esercizi eseguiti in prevalenza a terra: tempi lenti, grande attenzione ad ogni dettaglio. Si mantengono alcune posture precise cercando il massimo del rilassamento, per lasciar agire la forza di gravità che in tal modo stira specifiche fasce muscolari. Ci riferiamo alla tecnica di Sbarra a terra, utilizzata nella preparazione dei danzatori per evitare strappi e lesioni tendinee. Ottimo antidoto allo stress quotidiano è anche consigliato a chi svolge un'attività sedentaria, che costringe a lungo in posizioni fisse. Si ritrova il benessere anche senza sudare o affaticarsi.

Insegnante Maria de Guz

Il metodo della terapista francese Thérèse Bertherat mostra come la storia personale di ciascuno contribuisca ad organizzare la propria muscolatura nello stesso modo in cui lo scultore modella la materia. Là dove si accumula un eccesso di tensione si instaura col tempo uno squilibrio che si manifesta come blocco o dolore e può essere eliminato allentando la contrattura muscolare che riduce la mobilità dell'articolazione. L'antiginnastica considera il corpo nella sua interezza, quindi coinvolge tutti muscoli del tronco e degli arti, ma non dimentica quelli del viso, delle mani e dei piedi. I principi che orientano l'attività nel gruppo di Antiginnastica sono gli stessi che guidano il fisioterapista nel trattamento del singolo paziente secondo il metodo Mézière: allungare la muscolatura posteriore per liberare il freno che limita il movimento, agire sul diaframma per migliorare la respirazione, ristabilire l'asse corporeo cercando di ridurre le asimmetrie e le rotazioni. Si rivolge a tutti, in particolare a chi vuole ritrovare una postura ottimale, a chi soffre di mal di schiena in seguito a traumi o abitudini scorrette. Consigliata anche per la terza età, quando si presentano disturbi legati all'artrosi o all'osteoporosi. Valida anche per mamme in attesa, grazie al lavoro di percezione e mobilizzazione del bacino.

Insegnante  Simona Nannei

NOTIZIE DALL'OMINO!

Laboratorio scenografico

bella novità a partire da gennaio

CONTEMPORARY BALLET

mini corso a dicembre